Termini fissi: quanto pagano i depositi in pesos da oggi dopo l’ultimo rialzo dei tassi della Banca Centrale

I rendimenti in pesos perdono ancora contro l’inflazione, ma data la calma dei tassi di cambio paralleli, stanno mostrando risultati positivi misurati in dollari

I dati sull’inflazione di marzo confermano, infine, il peggior numero mensile del Governo di Alberto Fernandez e la cifra ufficiale più alta in un solo mese dal ripristino delle statistiche Indec. Per trovare una variazione maggiore, bisogna risalire agli indici privati ​​che hanno coperto il blackout statistico che è stato dal 2007 al 2016 o ad aprile 2002, quando i prezzi sono aumentati a un tasso del 10,4 per cento.

La Banca Centrale ha reagito al numero di marzo con un rialzo di 250 punti base -2,5 punti percentuali- per il tasso di riferimento, che è passato dal 44,50% al 47%. E inoltre, come al solito, ha aggiustato al rialzo i rendimenti minimi che le banche devono offrire per condizioni fisse di individui fino a $ 10 milioni.

Da oggi, I depositi di 30 giorni pagheranno un tasso annuo nominale del 46%. In termini annui effettivi, cifra che si ottiene calcolando il rendimento sottoscrivendo 12 termini fissi di seguito, reinvestendo ogni volta sia il capitale che gli interessi che si percepiscono mese per mese, il risultato per i risparmiatori risulta quindi pari a 57,10 per centinaio.

Così, Quanto può aspettarsi di riscuotere interessi una persona che colloca un termine fisso con questo nuovo tasso?

Prendendo un investimento iniziale di $ 100.000, il rendimento a 30 giorni del nuovo tasso annuo nominale del 46% equivale a un rendimento diretto del 3,833% nel mese. Quindi, chiunque metta quella cifra lunedì riceverai 30 giorni dopo $ 103.833i tuoi $ 100.000 originali più $ 3.833 di interessi.

Con aspettative di inflazione per marzo dell’ordine del 5%, questo ritorno non è sufficiente a tutelare il potere d’acquisto del capitale iniziale. Finora quest’anno, tuttavia, grazie al calo dei prezzi paralleli del dollaro come il dollaro libero o l’eurodeputato, tale performance implica un guadagno in termini di dollari (senza dubbio una strategia di speculazione finanziaria sul tasso di interesse rischioso, soprattutto perché è fatto con veicoli di 30 giorni, ma finora ha avuto successo nel 2022).

In termini annuali effettivi, nel frattempo, Se il tasso del 46% rimanesse stabile per un anno e il risparmiatore nell’esempio realizzasse dodici termini fissi consecutivi di 30 giorni, rinnovando ogni volta capitale e interessi, si ritroverebbe con $ 157.045 entro 360 giorni. cioè, i $ 100.000 originali più $ 57.045 di interessi.

Come cambia rispetto alle tariffe offerte fino a mercoledì?

Prima dell’ultimo aumento dei tassi da parte della Banca centrale, i depositi a termine al dettaglio dovevano pagare un tasso annuo nominale del 43,5%.

Pertanto, lo stesso capitale iniziale di $ 100.000 darà a coloro che hanno fatto un termine fisso mercoledì scorso un risultato di $ 103.625 in 30 giorni. Appena $ 208 in meno di quanto riceveranno coloro che effettuano i loro depositi da lunedì prossimo.

In termini annuali effettivi, nel frattempo, la stessa strategia di collocare termini fissi consecutivi per un anno intero ha portato a un rendimento annuo teorico di $ 156.730 a partire da mercoledì, circa $ 3.733 in meno di interesse di quanto può aspettarsi di ricevere d’ora in poi. Che se: va chiarito che l’ipotetico risparmiatore che chiudesse a tempo determinato lo stesso mercoledì, se rinnovasse entro 30 giorni, percepirebbe già la nuova tariffa.

CONTINUA A LEGGERE:

La ricetta brasiliana: si può contenere l’inflazione argentina con la strategia di Cardoso?
Martín Guzmán si reca a Washington: qual è l’agenda del ministro all’incontro annuale del Fmi
Mentre cresce il peso del debito legato all’inflazione, il governo deve affrontare 1,2 trilioni di dollari di scadenze sul mercato locale in un mese e mezzo

Add Comment