Sand, un incubo per i cinque grandi

Inesauribile. Questa è la parola che potrebbe definire bene José Sand. A 41 anni, il marcatore di Lanús continua a fare le sue cose. E domenica sera, quello che ha sofferto è stato Boca: Pepe ha segnato 1-1 alla Bombonera, ha superato la barriera dei 300 gol da professionista e ha segnato il suo 50esimo gol contro una “grande” squadra. Successivamente, quante volte ciascuno l’ha subito e cosa ha detto l’attaccante dopo la parità contro Xeneize.


Sand e il suo 50esimo gol contro una grande squadra. (Foto di Alejandro PAGNI / AFP)

Guarda anche

Analisi e polemiche per il non rigore contro il Boca e il rigore contro il River

Ha segnato a cinque, anche se non allo stesso modo. Independiente, la sua vittima preferita se è una grande vittima, ha ricevuto 14 gol di Bella Vista da Corrientes. E Rojo è seguito dal Racing, club per il quale ha avuto una breve parentesi nel 2012, che l’ha subita 12 volte. Più indietro, San Lorenzo e i dieci gol che Pepe ha segnato.

Infine, lo Xeneize e il Millionaire, in quest’ordine. Ha vaccinato otto volte il club di Ribera e il club di Nuñez, un’altra maglia che indossava e il suo punto di partenza nel calcio argentino, sei.

Sabbia con fascia rossa.  (AFP)

Sabbia con fascia rossa. (AFP)

Guarda anche

Video: errore Armani e fatturata da Banfield

Si ricorda che, il 14 aprile e per la seconda data della Coppa Sudamericana, L’uomo di Corrientes ha raggiunto il suo 300esimo gol contro il Barcellona dell’Ecuador. E dovettero passare sette datteri secchi perché José riuscisse a superare questa barriera…

Il 300esimo gol di Pepe, contro la squadra ecuadoriana.  (Foto di ALEJANDRO PAGNI / AFP)

Il 300esimo gol di Pepe, contro la squadra ecuadoriana. (Foto di ALEJANDRO PAGNI / AFP)

Guarda anche

Sebastiano Battaglia: "Il VAR ci ha fatto male"

COSA HA DETTO SABBIA DOPO LA PARTE CON BOCA

“Sì, 301 e, oggi, 50 gol contro grandi squadre. Mi rende orgoglioso perché manca poco per il ritiro e segnare gol contro i grandi è molto bello“, ha esordito JS9, in una chat con TNT Sports.

E poi ha aggiunto: “Spero di poter durare tutto l’anno, vediamo cosa succede da qui a giugno, che chiude il campionato. Fisicamente sto bene, ho giocato quattro partite in due settimane… Continuiamo a lavorare”.

Ricordare: Pepe ha un contratto fino al 30 giugno di quest’anno con Lanús e, in relazione a questo argomento, qualche giorno fa ha affermato: “Hanno detto che prolungheranno il mio contratto per un altro anno. Sto aspettando di firmare, l’ho già riparato un mese fa. So che stiamo attraversando un momento difficile in termini di risultati, ma mi sembra che il mio nome e la mia classe di giocatori siano oltre un risultato”.

Guarda anche

Lamentela di Villa: "Non so a cosa serva quel VAR"

Successivamente, Sand ha analizzato l’1-1 contro la squadra di Sebastián Battaglia. “Trovano il gol all’inizio, che ci è costato un po’, ma poi, quando abbiamo iniziato a gestire il gioco, meritavamo un po’ di più e loro non erano più in pericolo. Avremmo potuto ucciderlo Ha colpito il palo e io ne ho avuti uno nel primo tempo… Se ne segnassimo qualcuno, vinceremmo la partita”.

“A metà tempo, Almirón ci ha detto che stavamo bene, che dovevamo continuare così, attaccando e gestendo la palla. Dobbiamo provare ad aggiungere e vedere se ci arriviamo…”, ha chiuso il marcatore.

Guarda anche

Quello per uno del Boca contro Lanús

LA PARTE DEL VAR NELL’1-1 DEL LANÚS

Al 28′ del primo tempo, il Boca era in vantaggio per 1-0 con il gol di Villa, quando la polemica è apparsa alla Bombonera. Lautaro Acosta affronta da tre quarti, appoggiandosi sulla sinistra, e mette dentro il passaggio filtrato per Braian Aguirre, che rompe il vuoto nello spazio tra Rojo e Fabra. Il volante è stato mano nella mano prima di Javier García, ha cercato di dribblare e il portiere lo ha atterrato. La palla viene lasciata a Pepe Sand che la spinge a porta vuota. Gol che l’arbitro Facundo Tello si è affrettato ad annullare per fuorigioco su richiesta del suo assistente Maximiliano Castelli. Ma ora c’è il VAR…

Dopo aver controllato il gioco, il VAR ha verificato che Aguirre ha segnato abilitato, sulla stessa linea di Fabra, dopo il passaggio in profondità di Laucha. E Sand è stato abilitato anche quando ha ricevuto quella palla per convertire il parziale 1-1. Così Tello ha ricevuto l’indicazione e ha annullato la sua decisione iniziale per convalidare il gol di Garnet.

GUARDA L’OBIETTIVO DI SAND:

Guarda anche

Polemica: il rigore richiesto dal Boca

Guarda anche

Polemica: secondo giallo per Red?

.

Add Comment