Raccomandano ai pazienti che sono candidati alla chirurgia di sottoporsi a procedure con specialisti certificati

Attraverso il portale dell’American Council of Medical Specialties, i pazienti possono conoscere il professionista che eseguirà la loro procedura.

Dr. Roberto Pérez Nieves, chirurgo ricostruttivo. Foto: Journal of Medicine and Public Health. Piazza Fabiola.

Le segnalazioni di complicanze associate a interventi chirurgici estetici sono state oggetto di preoccupazione negli ultimi annia causa dell’aumento di questi registri in diversi paesi del mondo, in particolare latinoamericani.

Per questo gli esperti dell’isola hanno attivato gli allarmi per la gravità dei rischi a cui sono esposti. i pazientiquando prendono la decisione di recarsi in un altro paese per sottoporsi a una procedura a un prezzo apparentemente inferiore.

Attraverso il Journal of Medicine and Public Health, il dottor Roberto Pérez Nieves, un chirurgo ricostruttivo, raccomanda i pazienti astenersi dal realizzare questi piani, poiché garantisce che Porto Rico e gli Stati Uniti dispongano del personale appropriato per realizzarli.

“I chirurghi plastici qui sono ben formati. Hanno alcuni esami, che possono essere trovati su Internet, tramite l’American Board Specialties, per verificare che siano professionisti certificati”, ha detto. “Questo dà al paziente maggiore sicurezza quando si reca nei loro uffici”.

Secondo il Dr. Pérez, questo tipo di inconveniente nasce perché ci sono medici che non hanno il formazione o le competenze necessarie eseguire queste procedure, ma lo fanno anche in cliniche clandestine che, in fondo, finiscono per essere società di reclutamento di pazienti straniero.

“Una delle cose che mi dicono i pazienti che sono andati in Sud America, è che il modo in cui funziona il sistema è che vengono valutati attraverso un mezzo elettronico come i social network o tramite una persona che non è necessariamente il chirurgo. Il paziente raccoglie i suoi soldi, arriva in quel paese e si avvicina a queste aziende. Il giorno dell’operazione, la persona non sa chi opererà, i rischi dell’intervento non gli sono stati spiegati, né ha spiegato di cosa tratta la procedura. Una volta operato il paziente, torna nel suo paese ed è allora che iniziano tutte le complicazioni”.

Secondo l’esperto, una volta che iniziano a comparire le complicazioni, il paziente si reca nei centri medici alla ricerca di una soluzione al problema derivato da quella negligenza medica.

“È molto difficile per noi chirurghi plastici curare questi pazienti, perché qui abbiamo una responsabilità clinica e una responsabilità legale”, ha riconosciuto. “Man mano che il paziente si avvicina presentando un problema cronico, non è facile prendersene cura e correre il rischio perché purtroppo queste conseguenze gli impedirebbero di tornare ad avere un bell’aspetto”.

Detto questo, il dottor Pérez è enfatico nel suggerire di farlo i pazienti Non andare da medici il cui certificato non è convalidato, per ridurre notevolmente la probabilità di sviluppare qualche tipo di complicanza che metta a rischio la tua salute.

“Ti consiglio di rivolgerti a chirurghi a Porto Rico e negli Stati Uniti in modo da essere sicuro che si tratta di una procedura che non comprometterà la tua vita”.

Guarda il programma completo: