Perché proviamo benessere abbracciando il cuscino?

Non puoi dormire? Forse quello che ti serve è abbracciarti cuscino. Sebbene molti e molti scienziati affermino che l’idea che premere un oggetto contro il nostro corpo mentre dormiamo migliori la qualità del sonno è falsa, ci sono altri studi che dimostrano il contrario. Abbracciarsi di notte aiuta a riconciliarsi dormire, perché genera una sensazione di sicurezza. Questo abbraccio può essere diretto a un membro della famiglia, amante, animale domestico o qualsiasi oggetto inanimato, come un peluche o un cuscino.

“Quando abbracciamo qualcuno o qualcosa, l’ormone esce ossitocinail “ormone dell’amore. Quando esce ci sentiamo amati, sereni”, ha detto Andreas Kurniawan, specialista in medicina mentale, durante una diretta, sul suo account Instagram.

L’esperto che condivide regolarmente con i suoi seguaci aspetti della psicologia della vita quotidiana, ha spiegato che dormire in compagnia di una persona cara favorisce sensazioni soddisfacenti che, a loro volta, aiutano ad addormentarsi più rapidamente.

Leggi anche: Qual è la faglia di San Andreas e perché provoca tremori nelle California?

“Ma non sono solo una coppia. Alcune persone dormono con un gatto o un cuscino.”

In assenza di un compagno o di un compagno di letto… un cuscino non è poi così male, poiché la sensazione generata premendolo contro il corpo fornisce di per sé una sensazione di comfort.

Sebbene sembri difficile da concepire, un abbraccio è anche considerato un’attività fisica, uno dei fattori determinanti per la secrezione di ossitocina. In questo modo il sangue viene ossigenato e raggiunge molto più facilmente i canali cerebrali.

Pertanto, per quanto semplice possa sembrare questa pratica, semplicemente stringendo il cuscino compare l’ormone dell’amore e ci fa sentire meglio.

“Come un bambino abbracciato dalla madre, quando abbracciamo un cuscino, una bambola. Quindi, anche se non è una persona, può aiutare a rilasciare l’ormone ossitocina. L’ossitocina viene rilasciata solo quando si fa attività fisica”, continua, mentre centinaia e centinaia di utenti lo interrogano sulla qualità del sonno.

Tuttavia, questo esercizio notturno potrebbe non avere gli stessi effetti su tutti, poiché la medicina mentale impone che questa sensazione di benessere, stimolata dallo stretto contatto con il cuscino, sia accolta al meglio da coloro che apprezzano le connessioni personali, per cosa, quando si addormenta , uno stato di vulnerabilità, faticano a ricreare questa sensazione.

Leggi anche: Samantha Cristoforetti, la tiktoker spaziale che tornerà sulla ISS

D’altra parte, ci sono rami della psicologia che suggeriscono che le persone che scelgono di rivolgersi al cuscino per comodità hanno una personalità solitaria o nutrono una certa ostilità con i loro coetanei, ma non ci si dovrebbe mai fidare della generalizzazione.

“Penso che ogni individuo sia diverso. Non dovresti mai classificare tutti coloro che abbracciano i cuscini come anime sole o dire che hanno personalità evitanti”, ha detto la psicologa clinica Stephanie Silberman.

melc

.

Add Comment