Perché il dollaro dovrebbe raggiungere i 300 dollari, secondo Salvador Di Stefano

Il presidente Alberto Fernández dice di essere in una crisi di crescita, ma confonde il grasso con il gonfiore. Ci sono pochi dollari e molti pesos. E il tasso di cambio Sta andando a $ 300.

Poche cose sono cambiate, obbligazioni in dollari con scadenza nel 2030 rendono il 44%, le obbligazioni in pesos con scadenza nel 2023 rendono l’80% annuo e le obbligazioni in pesos corrette per l’inflazione con scadenza nel 2024 rendono l’inflazione più 20% annuo.

La corsa si è stabilizzata ad un tasso di interesse molto alto, i costi sono altissimi.

E qual è stato il costo di questo? Al 28 giugno, le riserve ammontano a 42.164 milioni di dollari, la base monetaria è a 3.952.805 milioni di dollari e le passività monetarie a 6.282.611 milioni di dollari, tra le due si sommano a 10.235.416 milioni di dollari.

Guru of the City avverte che il tasso di cambio è di $ 300

Cosa riflettono questi numeri?

Una definizione molto antica i pesos sono rimasti e mancano i dollari. Il governo non smette di emettere per fermare la corsa e aumenta le passività della Banca centrale, che è un invito agli investitori a comprare dollari per proteggere i propri risparmi.

La domanda ora è Quanto in alto può arrivare il dollaro?. Il dollaro ha un target molto alto per i mesi precedenti, per alzata di mano dobbiamo pensare a un dollaro intorno ai 270 dollari, ma, 3 mesi a venire, dobbiamo pensare che il prezzo del dollaro blu si avvicinerà pericolosamente a Numero magico di $ 300.

Molto semplicemente, le riserve non aumenteranno per sempre, senza le importazioni, l’attività comincerà a diminuire e il governo dovrà arrendersi. Dovere pagare il debito con il FMI, il denaro che riceviamo dall’organismo, così come viene, va. D’altra parte, un calo dell’attività economica invita a un calo sostanziale delle entrate pubbliche e questo sarà correlato a un maggiore disavanzo fiscale.

Tra deficit fiscale e pagamento degli interessi sulle cambiali, il Banca centrale dovrà emettere più di $ 1.000.000 milioni nei prossimi mesi. Questo sarà molto complesso per il mercato, l’inflazione difficilmente si fermerà e i dollari alternativi continueranno a salire.

Non vedo un piano economico, solo vincoli per fare i conti. Tutto è somma di volontariato. Il governo dice che è in una crisi di crescita, ecco perché non ha dollari. È un’affermazione molto discutibile, almeno per essere cortesi con il presidente, diremo che è fuori dalla realtà.

Secondo Di Stefano, il governo non smette di emettere per fermare la corsa e aumenta le passività della Banca Centrale

Secondo Di Stefano, il governo non smette di emettere per fermare la corsa e aumenta le passività della Banca Centrale

Che fine hanno fatto i prezzi della soia, del grano e del mais?

Siamo in una scena di la più vasta area coltivata a soia che va da 35,3 a 35,7 milioni di ettari negli Stati Uniti e meno superficie coltivata a mais che va da 37,8 a 36,4 milioni di ettari negli Stati Uniti.

Verranno piantati più semi di soia e meno maisla cosa più notevole, almeno per ora, è che il clima è clemente con il paese del nord, il che ha spinto indietro i prezzi.

Questa è una pessima notizia per il governo argentino. Per quanto riguarda il nostro Paese, devo dirvi che la semina del grano è lenta e che non ci sono buone previsioni meteo per la prossima campagna.

Il produttore argentino risparmia sulla soia, su una campagna di 43,3 milioni di tonnellate, ha messo un prezzo solo su 11 milioni di tonnellate, questo implica che ci sono 32,3 milioni di tonnellate senza prezzo, con il prezzo della soia in calo. Ad esempio, il prezzo della soia, misurato in banconote da un dollaro, ha raggiunto i 287 dollari, oggi ha un prezzo di 197 dollari, chi non vendeva si prendeva in giro.

L'esperto assicura che verranno piantati più semi di soia e meno mais

L’esperto assicura che verranno piantati più semi di soia e meno mais

Quant’è lo stock di semi di soia nel mondo?

Secondo l’USDA, ammonta a circa 87 milioni di tonnellate. Di quello stock, l’Argentina ha 16 milioni di tonnellate immobilizzate dalle campagne precedenti, che rappresentano quasi il 20% del totale. A ciò si aggiunge il fatto che non ha ancora venduto 32,3 milioni tonnellate di questa campagna.

Non c’è dubbio che sì Argentina venduto in una mano, il prezzo sarebbe distrutto.

Per quanto riguarda la Mais, Come abbiamo detto prima, sta cadendo come un pianoforte, il raccolto tardivo è molto buono, il produttore ha insaccato i semi di soia (costo 10 dollari per tonnellata) e ora deve vendere il mais per pagare i conti in anticipo. Ieri il mais disponibile è finito a 28.000 dollari, un ottimo prezzo se lo si applica ai bovini da ingrasso, pensando di consegnare nei mesi di novembre e dicembre, quando la carne aumenta stagionalmente. Questo minimo è una defogliazione per allevatori di latte, allevatori di polli e allevamenti di maiali.

Per quanto riguarda il bestiame, Mercato di Cañuelas Ci mostra una maggiore disponibilità di manzi e mucche, con poca disponibilità di manzi. Le gelate lasciavano i campi senza erba, gli animali di grossa taglia venivano venduti e i più piccoli venivano tenuti.

Nell’ultimo anno il prezzi degli animali a piedi erano al di sotto dell’inflazione attesa (64% annuo). Nessuna esportazione importante in vista. Il settore è in crisi, i prezzi allo sportello non sono aumentati, se c’è inflazione non è per la carne.

conclusione

Non vediamo ancora un orizzonte di reddito di dollari importanti all’Argentina. Le esportazioni in alcuni casi sono chiuse, in altri sono limitate per la mancanza di un prezzo interessante, il cambio ufficiale di 125 dollari è indietro e il valore dei nostri prodotti è troppo alto per il mercato internazionale.

A importazione chiusa non ci sarà sostituzione della merce e l’unico scontrino di valore in vista è il banconota da un dollaro, con la quale prevediamo incrementi significativi nei prossimi mesi. Abbiamo chiuso l’anno con un dollaro oltre $ 300.

Il materie prime agricoleS sono in declino, solo un problema climatico negli Stati Uniti potrebbe invertire questo scenario. Il problema è che potremmo avere problemi con il tempo, la semina del grano si sta complicando e la semina di mais e soia di prima qualità potrebbe essere complicata a settembre e ottobre. Non per contrarsi, ma guarda in alto per vedere cosa succede con il tempo.

In breve, il obbligazioni hanno tassi interessanti, ma nessuno crede che il governo sia in crisi di crescita. L’unica verità è la realtà, non confondere il grasso con il gonfiore, può portare a una situazione indesiderata, il presidente potrebbe usare questa frase.

.

Add Comment