Le polemiche di Boca e River con il Var: cosa dicevano la Direzione Arbitrale e il regolamento




Sanzioni e tecnologia erano ancora una volta nell’occhio del ciclone: ​​Xeneize non l’ha data, Millionaire sì. Esamina le commedie e cosa dice la regola su queste situazioni.

  • Le polemiche della serata con il VAR: dal gol di Sand alla mano di Ángel González
  • Gallardo, dopo il controverso rigore: “Se non ci saranno criteri unificati sarà molto difficile”

Il decimo giorno di Coppa di Lega Professionisti È stato il terzo in cui è stato utilizzato il VAR e ha suscitato molte polemiche, con due giocate molto simili e nelle partite niente di più e niente di meno che Bocca Y Fiume. Xeneize non ha ricevuto un rigore alla fine e ha finito per pareggiare 1-1 con Lanús, mentre il River ne ha ricevuto uno ed è stato l’inizio della rimonta contro il Banfield. Rivedi tutto quello che è successo Cosa dice il regolamento e il parere della Direzione Arbitrale?.

La chiave di questo dibattito è stata la somiglianza tra le due giocate, due mani in area che avrebbero potuto essere entrambe riviste al VAR, da cui ci si aspetta giustizia ma non per porre fine a polemiche come questa. River’s è stato esaminato e accusato, Boca’s no. I due, inoltre, sono stati fondamentali nella definizione dell’esito delle partite.

Cosa dice il regolamento sulle mani in zona

Oltre alle mani chiaramente volontarie, dove il movimento è dalla mano alla palla, ecco cosa dice la Regola 12 sulle mani sanzionabili: “Il giocatore che ‘tocca la palla con la mano o il braccio quando la mano o il braccio sono posizionati in modo innaturale e fa sì che il corpo occupi più spazio. Si considera che un giocatore abbia fatto occupare più spazio del suo corpo in modo innaturale quando la posizione della sua mano o del suo braccio non è una conseguenza del movimento del suo corpo in quella specifica azione o non può essere giustificata da tale movimento. Mettendo la mano o il braccio in tale posizione, il giocatore rischia che la palla colpisca quella parte del suo corpo e ciò comporterebbe un’infrazione.'”

Dopo quanto accaduto e le polemiche generate da questi due ascolti molto simili, TyC Sports ha consultato il Indirizzo di arbitrato del calcio locale per consultare la propria opinione su entrambi i fallimenti e la risposta è stata chiara: “Nessuno era criminale”. Alla fine, anche se c’è il VAR e le ripetizioni di tutte le telecamere possibili, le decisioni vengono comunque prese dalle persone ed è per questo che le polemiche continueranno ad esistere. Una squadra del VAR non ha esitato e non ha chiamato Tello, mentre l’altra ha suggerito a Echavarría di rivedere ciò che non aveva ricevuto.

La richiesta criminale a Boca-Lanús

VIDEO: La polemica a Boca vs. Lano

Giocare

VIDEO: La polemica a Boca vs.  Lano


Mancano 41 minuti alla Bombonera e il duello tra Boca e Lanús sembra finire in pareggio per 1-1 quando Fabrá straripa, corpo con Ángel González, lancia il centro e la palla tocca il braccio sinistro del giocatore di Garnet. Il colombiano chiede subito un rigore a Facundo Tello, ma il VAR, guidato da Diego Abal, ha rivisto il gioco e non ha ritenuto che l’arbitro principale dovesse rivederlo.

Il controverso criminale accusato a Banfield-River

Banfield contro River: Pablo Echavarría controlla VAR e addebita una penalità per River

Giocare

Banfield contro  River: Pablo Echavarría controlla VAR e addebita una penalità per River


La squadra di Núñez perde 1-0 al Florencio Sola e all’inizio del complemento lancia un cross alto, che Quinteros prova a respingere di testa, ma sbaglia i calcoli, la palla va lunga e lo colpisce leggermente alla mano sinistra che era molto aprire. Echavarría aspetta, viene chiamato dal VAR, diretto da Herrera, e dopo aver rivisto la giocata sul monitor, carica il rigore che finisce per trasformare Enzo Fernández.

Non perdere nulla

Ricevi le ultime notizie dalla Liga Profesional de Fútbol e altro ancora!


Potrebbe interessarti


.

Add Comment