La Nazionale Under 17 pareggia 1-1 con il Brasile nella finale del Torneo di Montaigu

Ogni volta che Argentina Y Brasile affrontarsi in qualsiasi sport, gli occhi si fermano ad osservare una nuova edizione della classica sudamericana. Ma se si tratta di una finale di calcio, l’occasione assume ancora più rilevanza. Questo lunedì il campione del Torneo di Montaigu, che avrà le selezioni sotto i 17 anni saltare in campo per difendere i colori della nazionale con una trasmissione in diretta della partita attraverso il Youtube del concorso.

La finale è iniziata senza incidenti con una brutta caduta del difensore centrale Facundo González dopo un addebito di uno degli attaccanti brasiliani. Un gioco dopo Endrick approfitta dell’incuria del fondo argentino e blocca la respinta del portiere Froilan Diaz per aprire le marcature a un minuto e mezzo dall’inizio del gioco. Il Albiceleste raggiunse rapidamente l’uguaglianza dopo una grande mossa collettiva che Agostino Ruberto definito con una piroetta che ha sorpreso il portiere Cessare.

Il gruppo tecnicamente diretto da Diego Placente Y Paolo Aymarche non ha viaggiato, ha formato il Gruppo A e ottenuto il punteggio perfetto per accedere alla partita per la corona. Al primo appuntamento ha sconfitto Belgio con un serrato 2-1, poi battute Portogallo con un sonoro 3-0 e hanno chiuso la loro partecipazione alla fase iniziale con una vittoria per 2-0 Francia. Con nove punti, sette gol subiti e uno solo contro, l’Argentina si è aggiudicata il diritto di affrontare il Brasile, finito vincitore della Zona B, in cui si è scontrata con Messico, Olanda e Inghilterra.

Il Sub 17 è arrivato in Francia con l’obiettivo di difendere il titolo vinto nel 2019 contro il Messico, e viene piantato a pochi minuti dal bersaglio. Si segnala che sia l’edizione 2020 che quella 2021 non si sono svolte a causa delle complicazioni generate dalla pandemia di coronavirus che ha colpito l’intero pianeta. Dopo una pausa di due anni, Montaigu è tornato in attività in modo che le grandi stelle in sviluppo abbiano il loro spazio per dimostrare tutto il loro talento davanti agli occhi del mondo. Oltre al Già Albiceleste è stata campionessa nel 2002 con Hugo Tocalli.

La squadra argentina ha sconfitto i suoi tre rivali e ha raggiunto la finale come vincitrice del Gruppo A (Foto: AFA)

La nazionale è piena di promesse ma ce ne sono cinque che sono già agli occhi dei big del mondo. Il primo della lista è Gianluca Prestianni a partire dal Velez Sarsfield che attualmente appare come ala sinistra e svolge perfettamente il suo ruolo grazie alla sua velocità, grande tecnica e abilità nell’uno contro uno. Il secondo in questione è Agostino Ruberto a partire dal River Plate che si distingue per la sua capacità di segnare da centravanti e che è stato importante nel torneo per il suo talento sotto porta. La particolarità: l’ente gli ha già stipulato il suo primo contratto professionale.

All’interno della solita formazione di partenza scelta da Placente, attirano anche l’attenzione Dylan Gorosito come terzino destro e Camilo Rey Domenech come centrocampista centrale e capitano. I due calciatori della cava di Boca Juniors sono pilastri fondamentali per il funzionamento difensivo e le uscite basse che l’allenatore vuole instillare nei suoi giocatori. Inoltre, dalla banca di solito entra Ciro Armoia a partire dal Rosario Centrale che, come Ruberto, è una garanzia per l’Argentina quando si tratta di calpestare l’area rivale.

Intanto dal marciapiede antistante compare il Verdeamarelha insieme a Endrick come figura principale. Secondo i media spagnoli Sportil gioiello è sotto il radar del Barcellona e i grandi club europei si batteranno per ingaggiarlo quando raggiungerà la maggiore età a metà 2024. Il Brasile, che ha pareggiato con l’Olanda e sconfitto sia Messico che Inghilterra, andrà alla finale del Torneo di Montaigu alla ricerca della sua seconda stella 38 anni dopo il suo unico campionato nell’evento (1984).

formazioni

Argentina (4-3-3): Froilan Diaz; Dylan Gorosito, Tobias Palacio, Facundo González, Juan Villalba; Kevin Gutierrez, Camilo Rey Domenech, Valentin Lucero; Alan Ovelar, Agustin Ruberto, Gianluca Prestianni. DT: Diego Placente.

Brasile (4-3-1-2): Cessare; Vitor Reis, Da Mata, Dalla Corte, João Henrique; Vitor Figueiredo, Lucas Camilo, Dudu; Pedro; Luiz Guilherme, Endrick. DT: Filippo Leal.

Stadio: Complesso sportivo di Montagiu, Francia.

Trasmissione: Youtube (Mondial Football Montaigu)

I GOL DELL’ARGENTINA IN VIA ALLA FINALE

La Albiceleste ha sconfitto Belgio, Portogallo e Francia verso la finale

CONTINUA A LEGGERE:

La storia di Steve Hodge, l’uomo dietro la controversa asta della maglia più iconica di Maradona: il consiglio innocente che lo renderà milionario
La maglia di Maradona potrebbe diventare l’articolo sportivo più costoso della storia: la mitica maglia di Babe Ruth che detiene il record
La provocazione di un calciatore della squadra messicana a Dibu Martínez per la sua reazione durante il sorteggio dei Mondiali

Add Comment