Cos’è l’afta epizootica, che è tornata dopo la fine dell’isolamento negli asili nido

Mano-piede-bocca, herpangina e raffreddore sono alcune delle malattie che sono riemerse con il ritorno a piena presenza nelle scuole causate da virus che aggiungere alla circolazione precoce dell’influenzae che, inoltre, insieme alle basse temperature favoriscono le esacerbazioni nei bambini e negli adolescenti con asma, hanno sottolineato gli specialisti nel dare una panoramica delle condizioni respiratorie che si sono verificate quest’anno.

“L’ospedale sta servendo tra le 500 e le 700 persone come richiesta spontanea aggiunta alle cure programmate e nell’ultimo tempo abbiamo visto numeri superiori anche a quelli del pre-pandemia”, ha indicato a Telam Nicolás Affranchino, medico dell’Ospedale Pediatrico Garrahan, un centro sanitario di riferimento situato nella città di Buenos Aires.

Affranchino ha spiegato che “questo è legato al ritorno delle malattie infettive che hanno iniziato ad aumentare per via dei maggiori spostamenti di persone, e con una richiesta contenuta di situazioni che non sono state affrontate durante la pandemia”.

L’afta epizootica è causata dalla famiglia degli enterovirus.Shutterstock

“I più diffusi al momento sono i virus stagionali come il rhinovirus (causando un comune raffreddore) e influenza (quello con l’influenza), ma abbiamo anche molte domande da parte di pazienti con obesità, disturbi dello sviluppo e del comportamento e malattie croniche”, ha descritto.

Altre malattie virali citate dallo specialista sono le cosiddette mano-piede e herpangina. “Queste sono malattie causate da virus della famiglia degli enterovirus, il più comune è il coxsackie, che genera immagini con vesciche solo in gola o in parti del corpo come mani, piedi e bocca, da cui il nome”, ha sottolineato.

Il medico ha indicato che lo sono di solito scatole autolimitate (vengono risolti dall’organismo stesso attraverso lo sviluppo di difese specifiche), benigno e che, al massimo, generano complicazioni nell’alimentazione per la compromissione della bocca.

Nello stesso senso, l’infettologa pediatrica Gabriela Tapponnier, ha sottolineato che «in questo momento si registra un’elevata circolazione del virus dell’influenza che colpisce anche i bambini, generando sintomi respiratori con tosse, febbre, congestione nasale e cefalea”.

“Ci sono anche sintomi prodotti da altri virus che vengono trasmessi per via respiratoria che hanno a che fare con il periodo dell’anno, come il coxsackie che genera l’afta epizootica”, ha affermato Tapponier, segretario delle Malattie infettive Comitato della Società Argentina di Pediatria (SAP).

Lo ha spiegato lo specialista queste malattie virali sono lievi Y di solito autolimitante entro una settimanama ha avvertito che è necessario prestare attenzione a situazioni come mancanza di respiro, febbre molto alta e, nel caso di bambini piccoli, rifiuto del cibo, che dovrebbe portare a un consulto con il medico di famiglia o una guardia.

“In questo periodo dell’anno in cui aumentano le infezioni delle vie respiratorie superiori e inferiori dovute a raffreddore o influenza il i pazienti con asma possono avere esacerbazioni; altri fattori scatenanti possono essere i cambiamenti di temperatura e meteo; Ecco perché è importante preparare una consultazione preventiva”, ha affermato Anahí Yañez, medico specialista in Allergologia e Immunologia Clinica. Yañez ha spiegato che il l’asma è un processo infiammatorio cronico della mucosa dei bronchi, che dà origine alla sintomatologia”. La forma di la presentazione clinica dell’asma è diversa e dipende da persona a persona: ci sono pazienti che hanno la tosse come unico sintomo, mentre altri possono avere una sensazione di respiro corto, strilli, tosse e persino secrezioni”, ha sottolineato. In relazione ai tipi di asma, lo ha sostenuto le cause che li originano sono molteplici. “Ci sono fattori ambientali, genetici e persino il fumo può indurre i pazienti a sviluppare l’asma per tutta la vita”, ha detto.

Il ritorno alla presenza faccia a faccia ha anche causato la ricomparsa di alcuni virus
Il ritorno alla presenza faccia a faccia ha anche causato la ricomparsa di alcuni virusRicardo Pristupluk – La nazione

“Oggi sappiamo che a diagnosi precoce dell’insorgenza dei sintomi ed essere proattivi nel trattamento rende l’asma controllato e questo è importante perché le crisi o le esacerbazioni devono essere evitate perché vengono trattate con l’uso di corticosteroidi orali e il loro uso eccessivo produce numerosi effetti collaterali”, ha spiegato.

Lo specialista ha sottolineato che l’asma è considerata controllata quando il paziente può condurre una vita normale, cioè svolgere le attività che desidera in base alla sua età e ai suoi desideri.

Riguardo a trattamento da controllare detto che si tratta di “l’indicazione di corticosteroidi per via inalatoria da somministrare giornalmente che riducono l’infiammazione e che possono essere associati a broncodilatatori a lunga durata d’azione”.

Riguardo a malattie infettive causate da virusTapponnier ha ricordato che “per il prevenzione È molto importante mantenere la cura che abbiamo imparato con il Covid-19, che ha a che fare con il lavaggio delle mani, la ventilazione degli ambienti, la pulizia delle superfici e il mantenimento del programma vaccinale completo”.

In Argentina, da dicembre 2021 un rilevato progressivo aumento nel numero di casi di influenza dovuti al virus dell’influenza A, in particolare il sottotipo H3N2, che ha portato il Ministero della Salute a portare avanti la campagna di vaccinazione antinfluenzale.

Il vaccino antinfluenzale è obbligatorio e gratuito per ragazze e ragazzi da 6 a 24 mesi e da 2 a 3 anni con fattori di rischio; donne in gravidanza e dopo il parto fino a 10 giorni dopo il parto; le persone di età superiore ai 65 anni e quelle con fattori di rischio tra i 3 e i 64 anni di età.

A cura di Natalia Concina, Agenzia Télam

Add Comment