Cosa ha detto il figlio di Paul Auster dopo la morte per overdose del suo bambino di 10 mesi

Daniele Austerfiglio del famoso scrittore e regista americano Paolo Austerè stato arrestato questo venerdì e accusato di omicidio colposo e colposo dalla morte di Rubino, sua figlia di dieci mesi, morto per overdose, secondo la polizia di New York. Ora, l’uomo ha rilasciato dure dichiarazioni su quanto accaduto.

La tragica morte è avvenuta il 1 novembre dello scorso anno. Quel giorno Auster si stava prendendo cura del bambino nella sua casa di Brooklyn da quando il suo compagno, Zuzan Smith, lavorato. Nonostante avesse una tale responsabilità in carica, l’uomo decise sparate all’eroina e fate un pisolino insieme a sua figlia.

Al risveglio poche ore dopo, si rese conto che la bambina era con il labbra azzurre e occhi rigidi. Di fronte a questo scenario, e prima di chiamare le emergenze, Auster ha scelto di rifornire Narcan sua figlia, uno spray nasale usato per invertire le overdose di oppioidi.

Shock per i bambini con sindrome da astinenza da cocaina attraverso il latte materno

Dopo aver chiamato la polizia, i servizi di emergenza erano presenti a casa sua e hanno trasferito la ragazza priva di sensi all’ospedale metodista, dove hanno confermato la sua morte. Come riportato Il New York Postl’autopsia ha rivelato che il bambino soffriva overdose di fentanil ed eroinaanche se non sanno come abbia ingerito le sostanze.

I detti di Daniel Auster sulla morte di Ruby

Nelle sue prime dichiarazioni, cinque mesi dopo l’incidente e dopo essere stato arrestato, Auster ha ammesso di essere sotto l’effetto dell’eroina il giorno in cui sua figlia è morta. Queste parole contraddicono una delle sue testimonianze rese a novembre, in cui negava il possesso di stupefacenti.

Inoltre, ha fornito dettagli su dove ha nascosto il farmaco, sottolineando che era nascosto nel bagno di casa, ha accettato quanto comunicato dalle forze di sicurezza di New York e ancora ammesso di aver consumato narcotici il giorno del fatidico evento.

In ogni caso, questa domenica si è svolta una presentazione giudiziaria sul caso Auster e sull’imputato non ha rilasciato una dichiarazione. Gli unici che ne hanno parlato sono stati il ​​giudice, John Hechte l’avvocato dell’uomo, Giovanni Godfrey. Non sono comparsi parenti o amici del detenuto.

Auster con sua figlia.

Cos’è il fentanil, la sostanza mortale presa di mira dalle morti per cocaina avvelenata

Il magistrato ha imposto carcere preventivo per l’imputato, davanti al quale la difesa ha chiesto un “ragionevole vincolo” per Auster, sostenendo che dalla morte della figlia era disintossicato o “pulito”. Tuttavia, il giudice lo ha stabilito “c’era estrema imprudenza” e fissare una cauzione a $ 250.000 di assicurazione o $ 100.000 in contanti, insieme a un ordine per un trattamento psichiatrico.

Il problema del figlio dello scrittore con la droga risale alla sua adolescenza, quando a 18 anni entra nel mondo della danza e della movida newyorkese, insieme a uso di droga. È stato anche coinvolto in a conflitto con i rivenditori ed è stato accusato di aver rubato $ 3.000 da uno di loro, che è stato poi ucciso.

Allo stesso modo, lo era Auster arrestato due volte per possesso di droga, uno nel 2008 e un altro nel 2010. Mentre nel 2009 ha dovuto scontare una pena, ma questa volta accusato di detenzione di beni rubati e piccoli furti.

AS/ff

Potrebbe piacerti anche

Add Comment