Campionato spagnolo: Jeremías Ledesma, il muro di Cadice in una storica vittoria sul Barcellona

In ginocchio al Camp Nou, ma come gesto finale per celebrare una consacrazione. Così finì il Il portiere argentino Jeremías Ledesmail muro invalicabile nello storico trionfo di Cadice. Dentro e fuori dal campo, Barcellona era rimasto stordito dopo l’eliminazione prima EintrachtFrancoforte per l’Europa League. Un colpo che ha fermato la ripresa che ha portato, sospinta dalle battute del Real Madrid al Bernabéu di pochi giorni fa. Ma il Barcellona è rimasto di nuovo avvolto dalle nuvole, che è aumentato con dura caduta per 1-0 (gol di Lucas Pérez) contro il Cadice, che cosa vinto per la prima volta al Camp Nou e con i tre punti ha lasciato il posto per la retrocessione in cui era arrivato in terra catalana. La caduta blaugrana è stata celebrata dal Real Madrid, che accarezza lo scudetto: comanda con 15 punti sul Barcellona, ​​con sei date di vantaggio. Il gruppo culé aveva due partite in sospeso; ora, con una sola da recuperare, potrebbero essere solo 12 unità.

L’account Twitter ufficiale di Cadice voleva far capire che non riusciva a trovare le parole per definire una notte indimenticabile. I loro direttore della comunità sembrava “impazzire” alla tastiera.

Nelle precedenti tredici partite (11 sconfitte e due pareggi), mai un portiere di Cadice ha lasciato il Camp Nou senza dover cercare la palla dentro la sua porta. La figura della squadra di Cadice era Ledesma, riflessi pronti e sempre ben piazzati per neutralizzare gli arrivi discontinui del Barça. L’ex Rosario Central non ha dovuto elargire tanto su parate miracolose, ma ha vanificato le migliori occasioni locali. Ledesma ha vinto i duelli contro il rivale più acuto, Ousmane Dembele. Con reazione felina copre il francese con un rasoterra, devia una punizione di lato e un tiro da fuori area.

Gli highlights di Barcellona 0 – Cadice 1

Ledesma è apparso anche come muro contro una delle solite risorse di Xavi quando viene pressato per il risultato: il gioco aereo alla ricerca dell’olandese Luuk de Jong. L’argentino copre un colpo di testa da calcio d’angolo. Le dimensioni di Ledesma sono cresciute mentre il Barcellona ha premuto più forte. Inespugnabile sotto i tre bastoni, ricompare con una respinta a metà distanza di Eric García. Non sarebbe l’ultimo: al 44′ del secondo tempo, pareggia ad Aubameyang, che segna a cinque metri dalla porta. Chiusura migliore impossibile per le sue prestazioni. “I salvataggi di Jere Sono stati decisivi”, ha elogiato il direttore tecnico Sergio Gonzalez.

Ledesma, contro Depay, in una delle sue tante parateJoan Montfort – AP

Ledesma (29 anni) sta completando a ottimo foglio in questo campionato contro i due grandi del calcio spagnolo: non ha ricevuto gol Barcellona (0-0 all’andata e 1-0 oggi) o Real Madrid (0-0 e sottrae il match per la penultima data). Nonostante la situazione compromessa del Cadice per mantenere la categoria, Ledesma è uno dei portieri con il minor numero di gol subiti tra le 10 squadre che occupano la seconda metà della classifica. In quel lotto di dieci, ci sono sette colleghi che hanno subito più gol di Ledesma (43, in 32 partite).

Contro il Barcellona ha aggiunto sette parate per un totale di 98 che ha accumulato nel torneo. Nonostante il Cadice non abbia avuto problemi a mantenere la categoria la scorsa stagione (è arrivato 12°), Ledesma è stato uno dei due portieri con il maggior numero di gol subiti (58), dietro al Granada (65).

Rosario Centrale ci ha rinunciato a metà del 2020 in prestito 500.000 euro. Un anno dopo, ha venduto il suo pass a 1,8 milioni. Secondo Transfermarket, il sito specializzato in quotazioni, il valore attuale di Ledesma è 5 milioni di moneta europea.

“Noi siamo molto felici. È stata una sfida difficile, Barça ti abbatte molto. Devi avere un livello di concentrazione molto alto. Per fortuna siamo riusciti ad aggirarlo nel migliore dei modi, prendendo i tre punti”, ha detto Ledesma sui canali ufficiali del club. Di fronte a tante volée, salti e rolli, Ledesma accusato nel suo fisico: “IO Ho subito un colpo all’obliquo addominale che sto trascinando da diversi mesi. anch’io Mi sono fatto un po’ male al tallone a causa di un impronta difettosa, ma andrà tutto bene per la prossima partita”.

Portiere della nazionale argentina che non ha superato il primo turno nel Olimpiadi di Tokyo, Ledesma ha una chiamata per Lionel Scalloni. Nell’ottobre 2020 si è unito alla serie per i turni di qualificazione per sostituire Juan Musso, che aveva subito uno strappo al menisco del ginocchio destro. In quell’occasione ha condiviso il campus con Franco Armani, Emiliano Martínez ed Esteban Andrada. Con l’avvicinarsi della Coppa del Mondo e la rosa quasi definita, le possibilità di ritorno di Ledesma sono scarse, anche se per la sua prestazione al Camp Nou merita di continuare a essere preso in considerazione.

Atmosfera riscaldata al Camp Nou

Le ripercussioni continuano per l’inaspettata e insolita assistenza di quasi 30.000 fan dell’Eintracht Frankurt al Camp Nou durante la partita di giovedì scorso. L’indignazione dei membri e dei tifosi del Barcellona puntava contro Joan Laporta, accusata insieme al direttivo di non aver controllato il numero di biglietti che arrivavano nelle mani dei tedeschi, per i quali c’era una quota di 5.000 posti. La squadra di Xavi è arrivata a sentirsi ospiti a casa, cosa che non è stata nascosta dall’allenatore: “E’ stato qualcosa di molto strano. Ci sentiamo derubati a casa nostra. Penso che il club debba una spiegazione”.

Molti posti vuoti al Camp Nou, in segno di rifiuto del presidente Laporta
Molti posti vuoti al Camp Nou, in segno di rifiuto del presidente LaportaDavid Ramos – Getty Images Europa

Questo lunedì, circa 200 tifosi, hanno chiesto nelle vicinanze del Camp Nou le dimissioni di Laporta, che ha promesso di dare una risposta ufficiale domani dopo aver commissionato un’indagine su un caso che si potrebbe chiamare biglietti d’ingresso.

Per protesta, il “Grada de Animación” -gruppo di tifosi organizzati che hanno l’avallo del club- non ha partecipato all’incontro con il Cadice. C’erano molti spazi vuoti; Un ingresso ufficiale di 57.495 persone in uno stadio con una capienza di oltre 90.000 spettatori.

Add Comment