Abbott lancia la clinica virtuale Neurosphere in Spagna

Abbott annuncia il lancio in Spagna della NeuroSphere Virtual Clinic: la prima tecnologia che consente ai pazienti con impianti di neuromodulazione di comunicare in remoto con i loro medici, per garantire adeguate regolazioni e funzionalità e per adattare la terapia secondo necessità. La NeuroSphere Virtual Clinic ha il potenziale per aumentare il trattamento ottimale per i pazienti affetti da dolore cronico o disturbi del movimento che vivono a grandi distanze dal proprio personale sanitario o che hanno difficoltà a raggiungere lo studio medico, come COVID-19 o problemi medici .di mobilità.

La NeuroSphere Virtual Clinic di Abbott offre ai pazienti la flessibilità e il comfort di ricevere cure ovunque* collegandosi al proprio medico tramite un’app con videochiamata sicura e sistema di pianificazione integrato, ora disponibile sul controller del paziente Abbott. La NeuroSphere Virtual Clinic consente al team clinico di modificare le impostazioni terapeutiche in remoto sul dispositivo di neurostimolazione utilizzando l’applicazione del programmatore clinico con una nuova connessione di assistenza remota, intuitiva e sicura. Questo progresso darà ai pazienti sicurezza nelle loro cure e consentirà loro di adattare la loro terapia alla loro comodità e al loro stile di vita.

L’ospedale universitario tedesco Trias i Pujol è stato il primo ospedale in Spagna a implementare questa tecnologia. “La nostra recente esperienza con la pandemia ci ha mostrato l’utilità dell’assistenza a distanza nel controllo dei pazienti in queste circostanze, soprattutto nelle patologie altamente specializzate”. Ha detto il dottor Ramiro Álvarez, capo della neurologia presso l’Unità di Chirurgia Funzionale dei Disturbi del Movimento dell’ospedale. “Ma indipendentemente da queste situazioni, Neurosphere offre molteplici vantaggi. Consente di risparmiare tempo e risorse quando si viaggia per i pazienti che sono lontani dal loro Centro di Riferimento. E, soprattutto, offre anche la possibilità di controllare in sicurezza i dispositivi in ​​situazioni di emergenza lontano dalla tua struttura; pensiamo sostanzialmente a una situazione in cui il paziente necessita urgentemente di un controllo diagnostico o di modifiche della sua terapia, come prima di un esame diagnostico o di un intervento chirurgico. In questo modo permettiamo al paziente di continuare nel suo ambiente abituale, aumentando il proprio comfort e la gestione delle proprie risorse”.

La NeuroSphere Virtual Clinic può essere utile anche per i pazienti nelle aree urbane e rurali con accesso difficile o inadeguato al proprio medico. Senza soluzioni sanitarie digitali alternative, questi pazienti rischiano di posticipare o rinunciare alle cure necessarie.1 NeuroSphere offre la comodità e la flessibilità dell’assistenza remota alle terapie di neuromodulazione, ottenendo maggiori vantaggi per i pazienti con dolore cronico e disturbi del movimento con i dispositivi Abbott.

“I pazienti che hanno utilizzato la NeuroSphere Virtual Clinic spesso commentano come ha cambiato le loro vite e siamo entusiasti che possa essere accolta con lo stesso entusiasmo dai pazienti con dolore cronico e disturbi del movimento in Spagna. La NeuroSphere Virtual Clinic espande la pratica oltre l’ospedale o la clinica e ottimizza la gestione della terapia per i pazienti che possono ricevere cure comodamente da casa”, ha affermato Pedro Malha, vicepresidente della neuromodulazione di Abbott. “È un passo entusiasmante avvicinare la terapia alle persone che vivono lontano dai loro medici, che hanno difficoltà ad accedere all’assistenza sanitaria, o che non possono andare dal medico per circostanze personali o economiche, per la flessibilità dei loro caregiver o per motivi la pandemia. ”.

La clinica Virtual NeuroSphere di Abbott è compatibile con i dispositivi di neuromodulazione di Abbott, incluso il sistema Infinity DBS per pazienti con disturbi del movimento come il Parkinson e il tremore essenziale; e i sistemi Proclaim per i pazienti affetti da dolore cronico. Questa integrazione nella tecnologia Abbott mette in evidenza lo sviluppo incentrato sul paziente dell’azienda, che combina la neuroscienza con la tecnologia innovativa al fine non solo di ottenere un sollievo dai sintomi, ma anche di migliorare la qualità della vita dei pazienti con disturbi neurologici.

*Ovunque con una connessione Internet tramite Wi-Fi o dati mobili e un controller paziente con una carica della batteria sufficiente.
Per informazioni sulla sicurezza, visitare le pagine Web dei dispositivi Infinity DBS, Proclaim XR e Proclaim DRG.

A proposito di neuromodulazione
La neuromodulazione è un trattamento essenziale in cui le scariche elettriche vengono erogate in aree specifiche per alterare l’attività neurale. La neuromodulazione è spesso consigliata per i pazienti che soffrono di dolore cronico e di alcuni tipi di disturbi del movimento, come il morbo di Parkinson e il tremore essenziale. Si stima che 8 milioni di spagnoli vivano con dolore cronicoDuementre 150.000 persone convivono con il Parkinson e ogni anno in Spagna vengono diagnosticati 10.000 nuovi casi3e 400.000 persone vivono con Essential Tremor4.

A proposito di Abate
Abbott è un’azienda sanitaria leader a livello mondiale che aiuta le persone a vivere una vita ricca in ogni fase della vita. Il nostro portafoglio di tecnologie spazia dall’assistenza sanitaria, con sistemi diagnostici, dispositivi medici, prodotti nutrizionali e medicinali. I nostri 109.000 colleghi lavorano in più di 160 paesi. Collegati con noi su www.abbott.com, su LinkedIn http://www.linkedin.com/company/abbott-/, su Facebook http://www.facebook.com/Abbott e su Twitter @AbbottNews.

1 Deloitte. Ridurre il divario sanitario rurale-urbano. https://www2.deloitte.com/us/en/insights/industry/public-sector/virtual-health-telemedicine-rural-areas.html. Visto l’8 novembre 2020.
2 Situazione attuale del dolore cronico in Spagna: iniziativa “Proposta sul dolore”. Rivista della Società Spagnola del Dolore. doi.org/10.4321/S1134-80462014000100003
3 Società Spagnola di Neurologia. Sala stampa https://www.sen.es/saladeprensa/pdf/Link238.pdf pubblicata l’11 aprile 2018.
4 Rivista Infosalus. Circa 400.000 persone in Spagna soffrono di tremore essenziale, pubblicato l’11 marzo 2016. https://www.infosalus.com/mayores/noticia-400000-personas-espana-sufren-temblor-esencial-20160311150628.html
Questo contenuto è stato sviluppato da UE Studio, una società di content marketing e contenuti di marca creativa di Unidad Editorial, per ABBOTT.

Add Comment